Articoli dalla sezione: » Senza categoria «

Mercoledì,31 Marzo 2021 | Scritto da: didattica

LINK AL MODULO DI ISCRIZIONE

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è volantino22apr2021_anime_miroglio_cico.jpg

Mercoledì,31 Marzo 2021 | Scritto da: didattica

LINK AL MODULO DI ISCRIZIONE

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è volantino16apri2021_amore_platone_banaudi_cist.jpg

Giovedì,25 Marzo 2021 | Scritto da: didattica

Percorso formativo ed educativo per promuovere saggezza digitale tra studenti, genitori e insegnanti - realizzato dall’IC di San Damiano -
Inserito nel “Progetto didattico Blu (Blende Learning Union)” relativo all’Emergenza Covid19 del quale l’ Istituto Monti di Asti è capofila.

INCONTRI A DISTANZA (VIA MEET), CONDOTTI DAI FORMATORI DEL “CENTRO STEADYCAM DI ALBA – COOPERATIVA RO&RO”
PER DISCUTERE DI VIDEOGIOCHI

Martedì,23 Febbraio 2021 | Scritto da: didattica



Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è volantinopala-1.gif

UNA COMUNITA’ CHE CURA: IL RESTAURO DELLA PALA DEL PRINCIPE DAL POZZO”

Domenica 28 marzo 2021, un giorno da ricordare per Cisterna che ha festeggiato un’importante progetto con l’incontro “Una comunità che cura: il restauro della pala del Principe Dal Pozzo” organizzato da Parrocchie di Cisterna e S. Matteo, Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’albese – I.C. di San Damiano, Museo Arti e Mestieri e Comune di Cisterna con Fra Production Spa e Aimc di Asti. In apertura, Tiziana Mo ha ricordato Teresa Bertello il cui lascito testamentario ha permesso il restauro della tela. Un ringraziamento è andato anche a Dario e Simone Carosso, Roberto Gallino, Alfonso di Nardo e Bruno Guido per il riposizionamento della pala e a Fabio Magni per supporto tecnico per la diretta. Il Vescovo, Marco Prastaro ha ricordato come il passato possa ancora insegnarci a costruire bellezza. Mario Sacco, presidente della Fondazione CrAsti ha sottolineato la vivacità culturale di Cisterna grazie alla peculiarità del Museo. Paolo Lanfranco, presidente della Provincia, ha ricordato l’importanza del valore comunitario del progetto di recupero. Il Sindaco Renzo Peletto ha portato i saluti da parte dell’ amministrazione. Il presidente dell’ Associazione Museo Arti e Mestieri, Lino Vaudano ha detto: ”Spesso si dice che la bellezza salverà il mondo ma prima occorre salvare la bellezza che non è solo arte ma tutto ciò che ci circonda e che ci viene da Dio”. Don Binello, ha presentato il progetto culturale dell’ Associazione S.S. Gervasio e Protasio che, in collaborazione con Museo e la popolazione, ha lo scopo di salvaguardare il patrimonio artistico e paesaggistico. “Non bisogna abituarsi alle brutture ma preservare la bellezza per mantenerla nel tempo” ha concluso. Baldassarre Molino, invece, more…

Martedì,23 Febbraio 2021 | Scritto da: didattica


Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è volantino20mar2021_amore_banaudi_cist.jpg

Nel primo giorno di primavera, una nuova videosofia del prof. Alberto Banaudi per parlare di amore. “La guerra dell’amore. La visione di Eros nei poeti e in Platone” il titolo dell’ incontro che si è tenuto sabato 20 marzo 2021 ed è stato organizzato da Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’albese – I.C. di San Damiano d’Asti, Museo Arti e Mestieri di un Tempo con Fra Production Spa, Libreria “Il Pellicano” e Aimc di Asti.

Ma cos’è l’ Eros? E’ da intendersi come la lotta tra le diverse interpretazioni dell’ amore. Eros è una delle potenze sconvolgenti che i Greci conoscevano bene e volevano comprendere. Però sarebbe assurdo poter sintetizzare una civiltà intera attraverso un’unica interpretazione. Una guerra d’amore si può vedere in tante occasioni anche in epoche successive. Nella Firenze di fine del 1200, si vide una contesa di questo tipo sulle diverse concezioni dell’amore. Guido Cavalcanti e Dante Alighieri, ad esempio, si sfidarono su questo. Per il primo, l’amore era plutonico cioè spingeva verso gli inferi. Per Dante, invece, l’amore era platonico, una forza originaria, un motore che portava dall’umano al divino. In questa visione , l’anima era unitaria e il cuore era unito all’intelletto. Per Dante, quindi, il cuore era collegato alla mente. Per Cavalcanti, invece, l’ anima era scissa in more…

Giovedì,7 Gennaio 2021 | Scritto da: didattica

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è federicaangeli.jpeg

ROMA: 2000 ANNI DI CORRUZIONE. DALL’IMPERO ROMANO A MAFIA CAPITALE”

FEDERICA ANGELI E MARCO GIACOSA PER IL POLO CITTATTIVA

Sabato 16 gennaio 2021 nuovo incontro per parlare di corruzione grazie alla presentazione del libro “Roma: 2000 anni di corruzione. Dall’ Impero romano a Mafia capitale”(Baldini + Castoldi) di Federica Angeli che ne ha discusso con il giornalista Marco Giacosa. L’incontro, inserito all’ interno del percorso “Vecchie e nuove r-esistenze: Riconnessioni 8” è stato organizzato da Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’albese – I.C. di San Damiano con Museo Arti e Mestieri di un Tempo, Fra Production Spa, Associazione “F. Casetta”, Libreria “Il Pellicano” e Aimc di Asti. “Scrittrice, giornalista e molto di più…” con queste parole Marco Giacosa ha introdotto l’autrice che vive ad Ostia luogo dal quale, nel 2013, parte la sua indagine giornalistica sui clan del territorio. È proprio la Angeli la prima a definire Mafia romana questo tipo di criminalità. Un approcio nuovo a un fenomeno che, per i più, era riferito solo al sud Italia. Questa scelta, però, è fatta un consapevole riferimento all’art. 416 del Codice penale che esplicita cos’è la mafia. Un’organizzazione criminale diventa mafiosa quando vanta collaborazioni burocratiche, politiche, amministrative e da parte di more…

Lunedì,26 Ottobre 2020 | Scritto da: didattica

SCRIVERE A: polocittattiva@icsandamiano.it

o chiamare il numero 0141979021

VECCHIE E NUOVE RESISTENZE… RICONNESSIONI AI TEMPI DEL COVID

CERCASI COMPUTER USATI PER TRASFORMARE L’EMERGENZA IN UN’OPPORTUNITA’

I mesi scorsi hanno portato alla ribalta numerosi problemi, soprattutto di tipo sociale, che si sono acuiti nel corso della pandemia. Proprio per questo motivo, l’ Istituto Comprensivo di San Damiano ha aderito al “Progetto didattico Blu (Blended Learning Union)” relativo all’Emergenza more…

Venerdì,6 Marzo 2020 | Scritto da: didattica

Gent.me, gent.mi,

(pur potendo rispettare le indicazioni e garantire le distanze di sicurezza), vista l’ incertezza della situazione  abbiamo deciso di RIMANDARE i prossimi incontri al Castello di Cisterna d’ Asti:
1) 7/3/2020 - “I miti e la filosofia” - prof. Alberto Banaudi;
2) 14/3/2020 - “Altezza è mezza bellezza?” - prof. Alberto Molan.

NON APPENA POSSIBILE VERRANNO COMUNICATE LE NUOVE DATE.

Per qualsiasi aggiornamento consultare la pagina:
www.scuolealmuseo.it/blogdidattica

Sabato,29 Febbraio 2020 | Scritto da: didattica

COMUNICATO URGENTE

RIMANDATO A DATA DA DESTINARSI
l’incontro “ALDO, VILLA GIULIA E IL FASCISMO”,
con l’ing. Aldo Liscia e la dott.ssa Fasano, previsto in data 1/3/2020 al Castello di Cisterna a seguito della decisione della Regione Piemonte di prorogare  le misure di contenimento fino a domenica 1 marzo per recepimento del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
NON APPENA POSSIBILE, VERRA’ COMUNICATA LA NUOVA DATA DELL’INCONTRO.
Per qualsiasi aggiornamento si prega di consultare i seguenti link:

Sabato,4 Gennaio 2020 | Scritto da: didattica

volantino 11GENN2020_LEGGI_RAZZIALI_MASTRETTA_DEBENEDETTI_SDAM

“LEGGI RAZZIALI: DALL’ESISTERE ALLO SCOMPARIRE”

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

Svegliarsi un giorno e scoprire di essere diventati trasparenti, senza diritti, senza identità. Senza. Dall’esistere allo scomparire. Questo è accaduto ebrei italiani con la promulgazione delle Leggi Razziali nel ‘38. La dott.ssa Mastretta (responsabile della sezione didattica e delle attività formative dell’ISRN“Fornara”) ne ha discusso l’ 11/1/2020, nel municipio di S. Damiano, durante la conferenza “Leggi razziali: 1938 – 2020”. L’iniziativa, che segue

Elena Mastretta

l’incontro con il prof. Gadi Luzzatto Voghera sull’antisemitismo, è stata pensata dopo il grave episodio della svastica realizzata su una collina del sandamianese a fine maggio 2019. L’incontro è stato organizzato dal more…