Articoli dalla sezione: » formazione Rete «

Domenica,29 Luglio 2018 | Scritto da: didattica

comunitàresistenti

REGISTRAZIONI DELL’INCONTRO in formato mp3:

INTERVENTO DI GALVAGNO E VALSANIA

INTERVENTO DI NICOLETTA FASANO

SLIDES FASANO

salone

Sabato 8 settembre il castello di Cisterna ha ospitato il convegno introduttivo del progetto “Comunità resistenti”, promosso da: Aimc di Asti, Ecomuseo delle Rocche del Roero, Rete Museale Roero Monferrato e more…

Domenica,14 Gennaio 2018 | Scritto da: didattica

A volantino 24 FEBBRAIO 2018_MAMME PAPA_SARACENO_NEIROTTI“MAMME E PAPA’. GLI ESAMI NON FINISCONO MAI”

LA SOCIOLOGA CHIARA SARACENO NE HA DISCUSSO AL CASTELLO DI CISTERNA

CON IL GIORNALISTA MARCO NEIROTTI

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

saraceno2

Parlare di padri, madri e famiglia sembra semplice e anche scontato ma non è per nulla così perché si potrebbe dire tutto e il contrario di tutto senza riuscire a dare delle definizioni precise e immutabili nel tempo. Sabato 24 febbraio 2018 al Castello di Cisterna, la prof.ssa Chiara Saraceno ha discusso di questi temi con il giornalista Marco Neirotti presentando il suo libro “Mamme e papà. Gli esami non finiscono more…

Domenica,14 Gennaio 2018 | Scritto da: didattica

A volantino 18FEBBRAIO2018_PENNELLATE _SORBA_FOLLIS

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

Domenica 18 febbraio, al castello di Cisterna, Renata Sorba ha presentato il suo volume “Pennellate di colori in un mondo neutro”,  introdotta da Andrea Bevione presidente dei Lions Club Canale Roero.  Ha aperto l’incontro una telefonata di  Marcello Follis, presidente dell’Anffas di Asti, assente a causa di un piccolo incidente, che ha elogiato il libro di Renata rammaricandosi di non essere potuto intervenire all’incontro.

A seguire, il pittore roerino Dino Pasquero ha omaggiato Renata con un quadro, da lui sorbarealizzato,  raffigurante il cane guida  York. Il quadro è stato consegnato a Davide Ballabio, istruttore dei cani guida del “Servizio cani guida dei Lions” di Limbiate.

Durante l’incontro Renata ha ripercorso l’itinerario di vita che  l’ha portata da vedente ad essere non vedente, ha  parlato dell’importanza del centro di addestramento finanziato dai Lions, che fornisce gratuitamente i cani guida alle persone cieche, del suo amore per i colori,  per i bambini che quando la  incontrano la sommergono di domande, dell’importanza delle mappe mentali per vivere negli spazi in modo autonomo, dell’amicizia che rende meno dura la cecità.

Non sono mancati i riferimenti all’A.p.r.i., associazione da lei fondata, che opera grazie a numerosi volontari per supportare  gli ipo vedenti e i non vedenti promuovendo azioni di sensibilizzazione, come il corso per insegnare a leggere con il metodo Braille che Renata sta svolgendo presso la Biblioteca di Asti.

Un pomeriggio intenso, intervallato da letture tratte dal volume e culminato con la consegna, da parte di Marco e Marghery de: “Il Sorriso Quotidiano” di Cremona, di una pergamena con cui hanno nominato Renata Sorba “Ambasciatrice del Sorriso”: per l’affetto e la speranza di cui si è resa portatrice.

Una giornata resa speciale da persone meravigliose, che hanno voluto regalare un po’ del loro tempo al progetto culturale della nostra Associazione.

Tiziana Mo

sorba2

Domenica,14 Gennaio 2018 | Scritto da: didattica

A volantino 25 GENNAIO 2018_CYBERBULLISMO_PICCHIO_PATRINI_TERRITORIO

“OGNUNO DI VOI E’ UN’OPERA D’ARTE: RAGAZZI E GENITORI RICOMINCIATE A PARLARVI

PAOLO PICCHIO RACCONTA COME COMBATTERE IL CYBERBULLISMO

11^-12^-13^-14^ INCONTRO DEL POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE

PER L’A.S. ‘17/’18

REGISTRAZIONE  DELL’INCONTRO DEL MATTINO IN FORMATO MP3

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO SERALE IN FORMATO MP3

“Ragazzi e genitori datevi una carezza e ricominciate a parlarvi” con queste parole Paolo Picchio ha sollecitato giovani e adulti affichè si ritorni a comunicare e incontrarsi. “Cyberbullismo: comprendere, informarsi, prevenire” è il titolo dei quattro incontri con il dott. Picchio che si sono svolti giovedì 25 gennaio 2018 presso il Cinema Cristallo e la Scuola Secondaria di Primo Grado “V. Alfieri” di S. Damiano d’Asti.  L’iniziativa è stata organizzata dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di S. Damiano d’Asti, da Museo e Comune di Cisterna d’Asti, dalla Fra Production Spa, da Cinema Cristallo di S. Damiano e Aimc di Asti all’interno del progetto “Diritti verso il 2018“. Dal mattino, il dott. Paolo Picchio – introdotto dalla giornalista de “La Stampa” Elisa Schiffo – ha incontrato i ragazzi dell’Istituto Alberghiero “Penna” (cl. 1^, 2^ e 3^), della Scuola Secondaria di Primo Grado “V. Alfieri” (cl. 2^ e 3^) e delle scuole primarie (cl. 3^, 4^, 5^) di San Damiano e Cisterna d’Asti: 480 studenti in totale. La serata, invece, rivolta alle famiglie, agli insegnanti e al territorio, è stata aperta dalla dott.ssa Marina Patrini, direttrice del reparto di Neuropsichiatria Infantile – Ospedale S. Lazzaro di Alba (Cn). Tutti gli incontri della giornata sono stati introdotti dalla lettura del racconto “Il balcone” dello scrittore Antonio Ferrara, liberamente ispirato a questa vicenda. Paolo Picchio, more…

Domenica,14 Gennaio 2018 | Scritto da: didattica

A volantino 25 GENNAIO 2018_CYBERBULLISMO_PICCHIO_SCHIFFO_SCUOLE

Martedì,18 Aprile 2017 | Scritto da: didattica

25grammidifel

“25 GRAMMI DI FELICITA’”

MASSIMO VACCHETTA RACCONTA LA FELICITA’ ATTRAVERSO LA CURA DI UN RICCIO

13^ INCONTRO DEL POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE PER L’A.S. ‘16/’17

vacchettaetessiore

“… perché sei un essere speciale/ ed io avrò cura di te” (La cura, Franco Battiato)

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3 ALLA PAGINA:

http://www.scuolealmuseo.it/registrazioni/dal%202017/ricci.mp3

Le parole sono di Battiato ma a scriverle avrebbe potuto essere Massimo Vacchetta, un uomo con gli occhi che sorridono e l’animo leggero. Giovedì 27 aprile 2017, al Castello di Cisterna d’Asti, ha presentato il libro “25 grammi di felicità. Come un piccolo riccio può salvarti la vita” (Sperling & Kupfer) scritto con la giornalista Antonella Tomaselli. L’incontro è stato organizzato dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di San Damiano d’Asti con il Museo e il Comune di Cisterna d’Asti, l’Associazione “Camminare lentamente”, l’Aimc di Asti e la Fondazione Crasti.

A introdurre l’incontro, Paolo Tessiore - insegnante, educatore, pacifista, ambientalista e presidente more…

Lunedì,18 Aprile 2016 | Scritto da: didattica

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO ALLA PAGINA: http://www.scuolealmuseo.it/registrazioni/gentilini.mp3

SLIDES DEL DOTT. GIOVANNI GUIDO: pollini-cisterna-16

SLIDES DELLA DOTT.SSA PATRIZIA GENTILINI: cisterna-dasti-29-aprile-2016-copia

Viviamo davvero in un ambiente sano dove respirare a pieni polmoni? Pensiamo che le questioni relative all’inquinamento siano problematiche tipiche delle grandi città e delle zone prossime alle industrie? Forse ci stiamo sbagliando. Di questo e di molto altro si è discusso venerdì 29 aprile 2016, alle ore 21,00 presso il Castello di Cisterna d’Asti. Titolo dell’ incontro“Ambiente, inquinamento, salute: non c’è più tempo da perdere. Sani in un mondo malato: l’incredibile illusionecon l’oncologa Patrizia Gentilini ed il dottor Giovanni Guido (apicoltore e tecnico Unaapi). L’iniziativa rientra all’interno del Progetto “Recuperi – amo  parte terza” ed è stata organizzata dal Polo more…

Domenica,3 Aprile 2016 | Scritto da: didattica

QUANDO IL RACCONTO METTE LE ALI: SILVANA DE MARI A CISTERNA D’ASTI

11^ INCONTRO POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE PER L’A.S. ‘15/’16

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO ALLA PAGINA:

http://www.scuolealmuseo.it/registrazioni/demari.mp3

Accomodati su semplici sedie – e senza bisogno di un biglietto – i partecipanti all’incontro del 15 aprile 2016 al Castello di Cisterna d’Asti, sono stati accompagnati in  viaggio aereo da Silvana De Mari che è stata in grado – grazie alla forza delle sue parole – di far spuntare a tutti un paio di ali invisibili che li ha trasportati all’interno del mondo della narrazione. “Leggere per… leggere come, raccontare per… raccontare come” questo il titolo dell’incontro organizzato dal  Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese, l’Associazione Museo Arti e Mestieri di un Tempo di Cisterna d’Asti, la Fondazione Crasti e l’Aimc di Asti.

Silvana De Mari è medico chirurgo, ha lavorato in Italia e, come volontaria, in Etiopia. Da quando le è venuto il dubbio che i mali dell’anima siano devastanti quanto quelli del corpo, si occupa di psicoterapia.  Per more…

Sabato,26 Marzo 2016 | Scritto da: didattica

QUANDO CULTURE DIVERSE SANNO TESSERE LEGAMI

“LE FESTE COMANDATE.PENSIERI LAICI E SOUVENIRS EBRAICI”

SUSANNE RAWEH E ROBERTA ARIAS A CISTERNA D’ASTI

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO ALLA PAGINA:

http://www.scuolealmuseo.it/registrazioni/festebraiche.mp3

Negli ultimi anni, pressoché quotidianamente, ci siamo abituati a sentir parlare di “scontro di culture”. Intanto un’ umanità - sconosciuta e ignorata - bussa alle porte del nostro mondo in cerca del diritto di esistere. Eppure la storia è il catalogo completo di questi incontri e scontri che, nel corso dei secoli, hanno dato luogo anche alla nostra cultura perché Ulisse, Enea e molti altri sono stati anch’essi profughi in balia del destino. Susanne Raweh e Roberta Arias nel loro libro“Le feste comandate. Pensieri laici e souvenirs ebraici” (Gilgamesh edizioni)parlano di culture che, anziché scontrarsi, si sono incontrate, conosciute e rispettate.

Il libro è stato presentato sabato 2 aprile 2016 presso il Castello di Cisterna d’Asti all’interno delle iniziative more…

Martedì,8 Marzo 2016 | Scritto da: didattica


UN ARCHIVIO CHE PROFUMA DI VITA: STORIE DI OPERAIE, STORIE DI DONNE FORTI QUANDO A SAN DAMIANO C’ERA LA FACIS

8^ INCONTRO DEL POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE PER L’A.S. ‘15/’16

REGISTRAZIONE INCONTRO ALLA PAGINA:

http://www.scuolealmuseo.it/registrazioni/donne16.mp3

Sono trascorsi pochi anni da quando, a S. Damiano d’Asti,  la parola  “Facis” significava non solo “Fabbrica Abiti Confezionati in Serie” ma un vero e proprio mondo. Voleva dire: lavoro, progresso, miglioramento - magari l’acquisto una casa di proprietà - ma anche immigrazione, competenza, impegno, soddisfazione, senso di appartenenza, amicizia. Oggi, purtroppo, guardando il vergognoso stato di abbandono in cui versano le due strutture che hanno ospitato questa storia, si viene colti da un senso di malinconia e anche di imbarazzo. Due giganteschi spettri, monumenti del degrado e dell’incuria. Eppure non è così lontano il tempo in cui erano il cuore pulsante di un paese dove il suono delle sirene di inizio e fine lavoro delle fabbriche, scandivano le ore anche di coloro che partecipavano solo marginalmente a more…