Articoli per le parola chiave » Associazione Franco Casetta «

Mercoledì,22 Febbraio 2017 | Scritto da: didattica


LA BATTAGLIA DI CISTERNA E SANTO STEFANO ROERO

Il settantaduesimo anniversario della Battaglia di Cisterna e Santo Stefano Roero, celebrato a Cisterna d’Asti sabato 4 marzo 2017, a causa della pioggia si è svolto all’interno del Teatro Beppe Olivetti. Un luogo carico di significato perché qui, il  17 aprile 1945, perse la vita, per un banale incidente, il Maggiore Adrian Alexander Hope.

Durante la mattinata i bambini della scuola dell’infanzia e primaria di Cisterna hanno creato una cornice canora e teatrale agli interventi delle autorità,  di Alessandro Cerrato e di Antonio Vetrò. Cerrato nella sua orazione ufficiale ha toccato numerosi temi partendo dai fatti avvenuti a Cisterna 72 anni fa. Ha ricordato il sacrificio di coloro che hanno combattuto per liberare la nostra terra, donando quella libertà che “si ha quando tutti applicano il dovere di essere solidali con il prossimo, con la collettività”.  Un sacrificio che richiama tutti al senso di responsabilità rispetto a questo “dono” che, come ha affermato Cerrato, non è facile da gestire, in particolare nella situazione politico-culturale attuale, che vede un declino generalizzato della morale pubblica.  Tutti i presenti si sono riconosciuti nelle parole espresse da Cerrato, nell’elenco in cui i punti erano anticipati dalla more…

Mercoledì,22 Febbraio 2017 | Scritto da: didattica

”MEGHI, UNA COMBATTENTE SENZA ETA’. MARGHERITA MO AL CASTELLO DI CISTERNA D’ASTI”

6^ INCONTRO DEL POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE PER L’A.S. ‘16/’17

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3: http://www.scuolealmuseo.it/registrazioni/dal%202017/meghi.mp3

“Perché è una regola che vale in tutto l’universo/ chi non lotta per qualcosa ha già comunque perso/e anche se il mondo può far male/ non ho mai smesso di lottare./E’ una regola che cambia tutto l’universo/perché chi lotta per qualcosa non sarà mai perso /e in questa lacrima infinita c’è tutto il senso della vita”

(“Combattente” di Fiorella Mannoia).

Tutte le belle canzoni hanno il potere di farci pensare a qualcuno o a qualcosa e le parole di Fiorella Mannoia sembrano tratteggiare il ritratto di una donna davvero eccezionale: Margherita Mo, nome di battaglia Meghi. Venerdì 3 marzo 2017  - al Castello di Cisterna d’Asti– è stato presentato il libro che racconta la sua storia avventurosa “Meghi. La staffetta delle Langhe libere” (Ed. Araba Fenice) di Giovanna Zanirato, Donato Bosca e Simona Colonna. L’incontro, inserito  all’interno delle manifestazioni per il 72° Anniversario della Battaglia di Cisterna e S. Stefano Roero e per la Giornata Internazionale della donna, è stato promosso dal Polo Cittattiva per more…

Lunedì,18 Aprile 2016 | Scritto da: didattica

“FILO SPINATO E SCARPE ROSSE”

UNO SPETTACOLO SULLA  LIBERAZIONE E LA VIOLENZA SULLE DONNE

AL CASTELLO DI CISTERNA

Il Castello di Cisterna d’Asti, anche quest’anno, ha ospitato un’ incontro per ricordare il 71° Anniversario della Liberazione. L’iniziativa (offerta e promossa dall’ Israt) rientra all’interno del Progetto “Recuperi – amo  parte terza” ed è stata organizzata dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di S. Damiano d’Asti con il Museo Arti e Mestieri di un Tempo di Cisterna, la Fondazione Crasti e l’Aimc di Asti.  Per l’occasione è stato proposto lo spettacolo “Filo spinato e scarpe rosse” di Ornella Giordano e Nicole Ninotto.

Ha introdotto l’incontro la dott.ssa Fasano dell’Israt che ha salutato i presenti ricordando la forza e la more…

Mercoledì,13 Novembre 2013 | Scritto da: didattica

“RICCARDO ROBERTO L’UOMO CHE DIEDE

GLI OTTO GIORNI AL RE”

IL NUOVO LIBRO DI FABIO BAILO PRESENTATO PRESSO LA BIBLIOTECA DI CANALE D’ALBA

5^ INCONTRO DEL POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE PER L’A.S. ‘13/’14

Spesso la storia dimentica di narrare le vicende di uomini e donne singolari che, con le loro azioni, quella storia hanno contribuito a scriverla. Proprio di questo si è parlato venerdì 22 novembre 2013 grazie alla presentazione del lavoro di Fabio Bailo Riccardo Roberto l’uomo che diede “gli otto giorni” al re (Ed. Albesi MediaGranda). L’appuntamento è stato organizzato dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese (I.C. di San Damiano d’Asti), dal Museo Arti e Mestieri di un Tempo, dall’Associazione Franco Casetta e dalla Biblioteca di Canale che ha ospitato l’incontro.

Fabio Bailo, nato nel 1977 a Bra (Cn), ha conseguito la laurea in Scienze Politiche presso l’Università diTorino con una tesi dedicata al turbolento periodo di storia braidese che va dalla Prima Guerra Mondiale all’emergere del Fascismo. Negli anni seguenti collabora con l’Istituto Storico della Resistenza e della società contemporanea di Cuneo e provincia.  Si scorgono in queste ricerche la passione per la Storia e le storie del territorio che portano Bailo nel 2005 a co-fondare, con Carlo Petrini, Gina Lagorio e Rosella Fissore, l’Istituto Storico di Bra e la rivista trimestrale Bra, o della felicità, pubblicazione che dirige fino al 2011. Nel 2010 Bailo vince il dottorato di ricerca in Tradizioni linguistico letterarie nell’Italia antica e moderna presso l’Università del Piemonte Orientale (Vercelli). Ha recentemente pubblicato Paolo Farinetti e la XXIª Brigata Matteotti “Fratelli more…

Domenica,1 Settembre 2013 | Scritto da: didattica

VIDEO DI UN ANNO DI LAVORO INSIEME:

https://drive.google.com/file/d/0B9Shyx2hwm7YUVdTTjJSQ1VxNXM/edit?usp=sharing

Martedì,2 Ottobre 2012 | Scritto da: didattica

SCARICA IL VIDEO PRESENTATO DURANTE LA GIORNATA:

https://www.dropbox.com/s/eha2pd07jrpswot/presentazione.mp4

“NON DIMENTICAR LE MIE PAROLE.

MEMORIE CANALESI TRA IL 1939 E IL 1945. SCRITTI E IMMAGINI DALL’ARCHIVIO PASQUERO

“Non dimenticar le mie parole…” mentre nella Confraternita di S. Giovanni a
Canale si diffonde la melodia di una canzone di qualche tempo fa, sul grande schermo appaiono delle bellissime immagini che ballano, si incontrano e scivolano su quelle note. Intanto, mentre fuori la pioggia è cessata, fra gli oltre cento presenti qualcuno si immedesima a tal punto in questa atmosfera che sussurra quella canzone.

Per molti, quelle note non sono di un tempo così lontano, sono parole canticchiate chissà quante

volte, sono ricordi, volti, passioni. Non sono passato, sono presente. Un presente sempre vivo.

Sulle ali di un ricordo che non vuole solo essere tale, sabato 29 settembre 2012 è stata inaugurata a Canale la mostra ”Non dimenticar le mie parole. Memorie canalesi tra il 1939 e il 1945. Scritti e immagini dall’archivio Pasquero” curata dall’ Associazione Franco Casetta di Canale in collaborazione con il patrocinio della Città di Canale, la Fondazione CRC, il Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese, gli Istituti Storici per la Resistenza di Torino e di Cuneo ed il Comune di Montà. more…