Articoli per le parola chiave » ebrei «

Martedì,25 Gennaio 2022 | Scritto da: didattica


Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 17febbstradadicasa.jpg

Come riuscirono a tornare a casa gli ebrei sopravvissuti alla devastazione dei campi?

Elisa Guida se n’è occupata nel saggio “La strada di casa. Il ritorno in Italia dei sopravvissuti alla Shoah” (ed. Viella) che è stato presentato giovedì 17 febbraio 2022 alle 18 (meet). L’autrice ne ha discusso con la Nicoletta Fasano (Israt). L’incontro è stato organizzato da Polo Cittattiva per l’ Astigiano e l’ Albese – I.C di S. Damiano, Museo di Cisterna d’Asti, Israt, Associazione “Franco Casetta” con Fra production spa, Libreria “Il Pellicano” e Aimc di Asti.

Si tratta di un libro di cui si sentiva la mancanza perchè è un tema di cui si parla troppo poco. Durante gli incontri con i testimoni spesso si sorvola su ciò che accadde loro dopo la liberazione. il libro di Elisa Guida, proprio per questo, è un prezioso contributo perchè, perchè, utilizzando testimonianze e documenti, ricostruisce i ritorni sia della Shoah ma anche di altri tipi di deportazione come quella dei prigionieri di guerra” ha detto in apertura Nicoletta Fasano. more…

Martedì,25 Gennaio 2022 | Scritto da: didattica


Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 3febbdopo16ott.jpeg

- SLIDES PROCACCIA

- SLIDES ANTONUCCI: CRITICITA’ RICERCA DEPORTATI

- SLIDES ANTONUCCI: FONTI

- DATI DEPORTATI 16 OTTOBRE 1945

Le commemorazioni sono importanti ma ci sono temi sui quali è necessario conoscere e riflettere tutto l’anno e, anche per questo, giovedì 3 febbraio 2022 alle 18, i curatori Silvia Haia Antonucci e Claudio Procaccia, hanno presentato il saggio Dopo il 16 ottobre. Gli Ebrei a Roma tra occupazione, resistenza, accoglienza e delazioni (1943-1944)” (Ed. Viella). Nicoletta Fasano ha introdotto l’incontro che è stato organizzato con Museo Cisterna d’Asti, Israt, Associazione “Franco Casetta” con Fra production spa, Libreria “Il Pellicano” e Aimc di Asti. Il saggio, come ha detto in apertura la Fasano, è ricco di materiali e contenuti. more…

Mercoledì,7 Marzo 2018 | Scritto da: didattica

GUIDO FOA RACCONTA LA STORIA DELLA SUA FAMIGLIA AI BAMBINI DELLE SCUOLE

DI CISTERNA D’ASTI

WEB

REGISTRAZIONE (in formato mp3) DELL’INCONTRO

Gente che va, gente che viene e alcuni incontri sono davvero speciali. Tra questi quello di martedì 6 marzo 2018. L’iniziativa - che si è tenuta presso la Scuola Primaria di Cisterna d’Asti - è stata organizzata dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di S. Damiano d’Asti, Fondazione CdF, il more…

Domenica,19 Marzo 2017 | Scritto da: didattica

ANNA FRANK: PAGINE DI IERI PER PENSARE AL DOMANI

9^ INCONTRO DEL POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE PER L’A.S. ‘16/’17

REGISTRAZIONE PRIMA PARTE

REGISTRAZIONE SECONDA PARTE

Siamo abituati a vivere in una società dove tutto invecchia rapidamente: oggetti, abiti e non solo. Tutto appare in continua evoluzione e ciò che era nuovo un attimo prima, diventa improvvisamente, vecchio, obsoleto e inutile. Allora, anche discutere di certi argomenti in periodi non canonici, significa rischiare. Pare infatti che alcune tematiche si esauriscanoCORRADINIBOLOGNA con il 27 gennaio, che scadano come la mozzarella, che si anneghino nei retorici: “Per non dimenticare… perché non accada di nuovo…” che, talvolta, finiscono per diventare riempitivi muti. Per fortuna, non accade sempre perché ci sono parole che sono senza tempo. Possono essere state scritte un secondo o un secolo fa, non è importante perché il loro suono riesce ancora a far muovere le corde dell’anima, a farci riflettere cambiandoci.

“Il diario di Anna Frank” raccoglie questo genere di parole che, anche se pensate e scritte più di settant’anni fa, suonano vive. Venerdì 31 marzo 2017, al Castello di Cisterna d’Asti, si è parlato proprio di questo con lo scrittore Matteo Corradini che ha presentato “Diario” (Ed. Rur Rizzoli), frutto di una ricerca filologicaCORRADINI attentissima. La prefazione dell’opera è di Sami Modiano (tra gli ultimi sopravvissuti di Auschwitz) mentre la traduzione è di Dafna Fiano. A introdurre la serata la prof.ssa Maria Grazia Bologna (vicepresidente dell’Israt). L’incontro è stato organizzato dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di San Damiano more…