Articoli per le parola chiave » Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese «

Giovedì,12 Settembre 2019 | Scritto da: didattica

VolantinoStancarelli

Lunedì,3 Giugno 2019 | Scritto da: didattica

IO NON CI STO

Venerdì 31 maggio 2019, tarda serata. Sarà il solito messaggio che augura la buonanotte. Un’ immagine appare all’improvviso. Un fotomontaggio? Impossibile che sia stata scattata da qualcuno, non è reale. Una collina così non può esistere da queste parti. Invece no, è tutto vero: il testo che segue è molto esplicito e dimostra chiaramente che quella è proprio una foto, il luogo potrebbe essere uno qualsiasi di quelli che ci circondano. Un attimo di silenzio: forse è troppo tardi e i pochi neuroni rimasti a finegiornata non funzionano a dovere. Meglio chiedere a qualcuno che quei luoghi conosce meglio ma è troppo tardi e la risposta non arriva. E poi chissà, magari il giorno dopo ci si accorgerà che si è visto e letto male perché, ormai, bisogna metterseli davvero quei multifocali che si consigliano agli altri. Invece, la mattina dopo, la foto e il testo sono ancora al loro posto insieme alle domande di tutti gli altri che si sperava dicessero che è tutto finto. Purtroppo, non è così: un podere è diventato una triste lavagna dove campeggia una svastica. Grazie alle forze dell’ordine, nelle prime ore di sabato 1 giugno, il campo ritorna ad essere un campo: il segno che devastava le nostre ridenti colline, è stato cancellato. Tutto ritorna come prima.

Ma siamo davvero sicuri che sia così?

Noi no.

Le indagini spettano alle forze dell’ordine, valutare le conseguenze giudiziarie ai giudici e non ad altri.

Qualcosa, però, deve essere successo se si è arrivati a tutto ciò senza che nessuno se ne accorgesse.

“Goliardata, scherzo, opera di un pazzo, atto di protesta, colline sfregiate, ci sono cose più importanti a cui pensare…” sono queste le parole attribuite a questa vicenda.

Le parole sono importanti non si possono usare una al posto dell’altra perché sono lo strumento che more…

Domenica,19 Maggio 2019 | Scritto da: didattica

volantino 29magg2019_MERAVIGLIA_BONSIGNORI_SOVERINO_CISTERNA_ATLA MERAVIGLIA DELLA DIVERSITA’:  QUANDO LA CONOSCENZA VINCE L’IGNORANZA

NE HANNO DISCUSSO DON ANDREA  BONSIGNORI E  VINCENZO SOVERINO

21° INCONTRO POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

ortoleva

Immaginate un mattino di svegliarvi, aprire l’armadio e accorgervi che i vostri abiti sono tutti uguali. Pensate di aver fame e di trovare nel vostro piatto, inesorabilmente, solo carote fritte, ogni giorno della vostra vita. Oppure, ipotizzate di uscire e di incrociare solo gente che ha il vostro identico aspetto… un incubo vero e proprio ma, soprattutto, una grande noia. Eppure, in un mondo che vuole sperimentarsi in more…

Lunedì,29 Aprile 2019 | Scritto da: didattica

1_volantino 24magg2019_MITI_ORTOLEVA_BANAUDI_CISTERNA_AT“MITI A BASSA INTENSITA. RACCONTI, MEDIA, VITA QUOTIDIANA”

PEPPINO ORTOLEVA E ALBERTO BANAUDI NE HANNO DISCUSSO PER IL POLO CITTATTIVA

20° INCONTRO POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

ortoleva

Il mito potrebbe sembrare un argomento di discussione inadeguato a un percorso dedicato alla cittadinanza attiva. Ad uno sguardo più attento, invece, risulta evidente il contrario. Proprio per questo, in una data che è insieme storica e mitica perché ricorda l’ingresso dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, il prof. Peppino more…

Lunedì,29 Aprile 2019 | Scritto da: didattica

04_volantino 14magg2019_NOTAV_SITAV_CISTERNA_AT

“NO TAV, SI’ TAV”: OPERA INUTILE O OPPORTUNITA’?
19° INCONTRO POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

tav

Di Tav, in questi anni, tutti hanno sentito parlare. È un argomento che fa da sottofondo a innumerevoli discorsi ma qual è la consapevolezza tra le persone comuni? Questa riflessione è stata il punto di partenza more…

Lunedì,29 Aprile 2019 | Scritto da: didattica

Mons.Paglia

“VIVERE PER SEMPRE. L’ESISTENZA, IL TEMPO E L’OLTRE”

MONS. PAGLIA  A CISTERNA D’ASTI HA SPIEGATO PERCHE’ “IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE”.

18° INCONTRO POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ ALBESE

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

Paglia

Continuano, al Castello di Cisterna d’Asti, gli incontri del percorso “Vecchie e nuove R- esistenze G”promosso dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’ Albese – I.C. di San Damiano d’Asti, Parrocchie di Cisterna more…

Mercoledì,13 Marzo 2019 | Scritto da: didattica

volantino12APRILE2019_IMMIGRAZIONE_DIRITTI_SPATARO_AMICO_CISTERNA_ATL’IMMIGRAZIONE TRA SICUREZZA E DIRITTI”: TUTTI SIAMO COINVOLTI

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

Ultimo incontro nell’ambito del percorso “Vecchie e nuove R-esistenze – E”. Venerdì 12 aprile 2019, al Castello di Cisterna d’ Asti, si è discusso di “Immigrazione tra sicurezza e diritti” con Armando Spataro (già  Procuratore della Repubblica di Torino) e Beppe Amico (Direttore della Caritas di Asti). L’incontro è stato organizzato dal Polo Cittattiva per l’astigiano e l’albese – I.C. di San Damiano d’ Asti con Museo Arti e Mestieri di un Tempo e Comune di Cisterna

spatarogruppo

spatarogruppo1d’ Asti, Caritas, Israt e Aimc di Asti. Dopo i saluti iniziali, ha preso la parola la Vice Presidente del Senato, on. Anna Rossomando che, a sorpresa, ha partecipato all’incontro. “C’è bisogno di condivisione su questi temi perché c’è un clima fuorviante e occorre partire dai fondamentali. Mi richiamo alla Costituzione Italiana more…

Mercoledì,13 Marzo 2019 | Scritto da: didattica

Avolantino 7APRILE2019_ULTIMA_ESPERANZA_CUNIBERTI_DENANNI_CISTERNA_AT

“ULTIMA ESPERANZA” STORIA DI VIAGGI E  INCONTRI AL CASTELLO DI CISTERNA D’ASTI

12° INCONTRO DEL POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

VIDEO REGISTRATO DURANTE L’INCONTRO

“Vecchie e nuove R-esistenze” mai titolo è stato più azzeccato per raccontare l’incontro che si è svolto domenica 7 aprile 2019 al Castello di Cisterna d’ Asti organizzato dal Polo Cittattiva per l’astigiano e l’albese – I.C. di San Damiano d’ Asti con

cunibertiMuseo Arti e Mestieri di un Tempo e Comune di Cisterna d’ Asti, Associazione “El Caleuche” e Aimc di Asti. L’ occasione è stata la presentazione – la prima in Piemonte –  dell’ultimo libro di Paolo Ferruccio Cuniberti, “Ultima Esperanza”, (Edicola Ediciones, 2018) che si è trasformata in un’ esperienza di viaggio capace di emozionare ma anche di far riflettere. Non solo, è stata una festa che, grazie al libro, ha dato la possibilità di scoprire un mondo poco conosciuto. L’incontro è stato introdotto da una danza tradizionale mapuche - interpretata da Carolina Lara e Maiten – fatta di suoni, ritmo e movimento trascinanti. Nel corso dei saluti iniziali - a nome degli organizzatori - Tiziana Mo ha rinnovato il sostegno

more…

Martedì,12 Marzo 2019 | Scritto da: didattica

Italia dei narcopadrini

“L’ITALIA DEI NARCOPADRINI”:  QUANDO LA REALTÀ SUPERA LA FANTASIA

11° INCONTRO DEL POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

Azione, appostamenti, supposizioni, indizi, depistaggi… sembrerebbe la trama di un film di spionaggio mozzafiato. Parliamo invece di una storia vera raccontata in “L’Italia dei narcopadrini” del Gen. Benedetto Lauretti (Ed. del Capricorno). Il libro è stato presentato sabato 23 marzo 2019 al Castello di Cisterna d’Asti

gruppogenernell’ambito del percorso “Vecchie e nuove R- esistenze – E” organizzato dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di San Damiano d’ Asti con Museo Arti e Mestieri di un Tempo e Comune di Cisterna d’Asti, Israt, Caritas e Aimc di Asti.  Dopo i saluti iniziali tariccodegli organizzatori e del sen. Mino Taricco (alla presenza della Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Villanova, Cap. Chiara Masselli, del Maresciallo capo,Comandante della Stazione carabinieri di San Damiano d’Asti, Corrado Scola), ha introdotto l’incontro il Ten. Colonnello Pierantonio Breda Comandante Provinciale dei Carabinieri di Asti. “L’astigiano è un bredaterritorio sano ma, dopo il 3 maggio 2018, è necessario introdurre una riflessione più approfondita” ha detto. Infatti, proprio in quella data, sono partiti nell’astigiano gli arresti dell’Operazione Barbarossa relativi allo smantellamento di una locale di ‘ndrangheta. Per questo motivo, anche se i fatti narrati nel libro sembrano lontani sia a livello temporale che per la loro tipologia, in realtà traffici criminali possono riguardare qualsiasi zona anche la più genuina e tranquilla. “Il Gen. Lauretti” ha proseguito “è stato maestro di tanti colleghi, un impareggiabile investigatore e l’operazione di cui tratta il libro rimane ancora un’insuperata pietra miliare a livello nazionale e internazionale”. Il comandante ha proseguito con un elogio di tutto il corpo dei Carabinieri che, grazie alle sue competenze, opera sui more…

Martedì,12 Marzo 2019 | Scritto da: didattica

volantino 29MARZO2019_UN_MORTO_OGNI_TANTO_BORROMETI_ROMAGNOLI_CISTERNA_AT (1)