Articoli per le parola chiave » territorio «

Lunedì,3 Giugno 2019 | Scritto da: didattica

IO NON CI STO

Venerdì 31 maggio 2019, tarda serata. Sarà il solito messaggio che augura la buonanotte. Un’ immagine appare all’improvviso. Un fotomontaggio? Impossibile che sia stata scattata da qualcuno, non è reale. Una collina così non può esistere da queste parti. Invece no, è tutto vero: il testo che segue è molto esplicito e dimostra chiaramente che quella è proprio una foto, il luogo potrebbe essere uno qualsiasi di quelli che ci circondano. Un attimo di silenzio: forse è troppo tardi e i pochi neuroni rimasti a finegiornata non funzionano a dovere. Meglio chiedere a qualcuno che quei luoghi conosce meglio ma è troppo tardi e la risposta non arriva. E poi chissà, magari il giorno dopo ci si accorgerà che si è visto e letto male perché, ormai, bisogna metterseli davvero quei multifocali che si consigliano agli altri. Invece, la mattina dopo, la foto e il testo sono ancora al loro posto insieme alle domande di tutti gli altri che si sperava dicessero che è tutto finto. Purtroppo, non è così: un podere è diventato una triste lavagna dove campeggia una svastica. Grazie alle forze dell’ordine, nelle prime ore di sabato 1 giugno, il campo ritorna ad essere un campo: il segno che devastava le nostre ridenti colline, è stato cancellato. Tutto ritorna come prima.

Ma siamo davvero sicuri che sia così?

Noi no.

Le indagini spettano alle forze dell’ordine, valutare le conseguenze giudiziarie ai giudici e non ad altri.

Qualcosa, però, deve essere successo se si è arrivati a tutto ciò senza che nessuno se ne accorgesse.

“Goliardata, scherzo, opera di un pazzo, atto di protesta, colline sfregiate, ci sono cose più importanti a cui pensare…” sono queste le parole attribuite a questa vicenda.

Le parole sono importanti non si possono usare una al posto dell’altra perché sono lo strumento che more…

Lunedì,7 Gennaio 2019 | Scritto da: didattica

pedagogiaresistenzaweb

“COMUNITA’ RESISTENTI E PEDAGOGIA DELLA RESISTENZA”

IL PROF. RAFFAELE MANTEGAZZA  AL CASTELLO DI CISTERNA D’ASTI

2° CONVEGNO DEL PROGETTO “COMUNITA’ RESISTENTI”

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

pedagogiares1

“Sono i piccoli gesti quotidiani che aiutano a resistere”, con le parole l’ins. Tiziana Mo si è aperto – sabato 9 febbraio 2019 al Castello di Cisterna d’Asti – il 2^ convegno del progetto “Comunità Resistenti” organizzato da Ecomuseo delle Rocche, Rete Museale Roero Monferrato, Museo Arti e Mestieri e Comune di Cisterna d’Asti, Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese, Aimc di Asti e Israt. Come hanno sottolineato i responsabili – Tiziana Mo e Silvano Valsania –  coinvolge 8 istituti ed è maturato in seguito a due eventi: l’incontro degli Ecomusei del Piemonte di Settimo Torinese e la Fiera del libro sul Roero di Montà d’Alba. Queste iniziative hanno avuto il merito di pubblicizzare la ricchezza culturale del territorio del Roero e sono state il volano per la realizzazione del progetto “Comunità resistenti” che more…

Venerdì,28 Dicembre 2018 | Scritto da: didattica
Nell’augurarvi un nuovo anno ricco di ” vecchie e nuove r- esistenze”, abbiamo pensato di condividere con voi la sintesi dei percorsi del 2018.
I referenti del Polo Cittattiva  e i Volontari dell’Associazione Museo
Domenica,29 Luglio 2018 | Scritto da: didattica

comunitàresistenti

REGISTRAZIONI DELL’INCONTRO in formato mp3:

INTERVENTO DI GALVAGNO E VALSANIA

INTERVENTO DI NICOLETTA FASANO

SLIDES FASANO

salone

Sabato 8 settembre il castello di Cisterna ha ospitato il convegno introduttivo del progetto “Comunità resistenti”, promosso da: Aimc di Asti, Ecomuseo delle Rocche del Roero, Rete Museale Roero Monferrato e more…

Domenica,25 Febbraio 2018 | Scritto da: didattica

suoloSopraTutto“IL SUOLO SOPRA TUTTO” QUANDO È POSSIBILE OPPORSI AD UN MONDO ALL’INCOSÌ

MATILDE CASA E LUCA ANIBALDI NE HANNO DISCUSSO AL CASTELLO DI CISTERNA

20^ INCONTRO DEL POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE PER L’A.S. ‘17/’18

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

casa“Ben le sta, a Matilde Casa. In un Paese nel quale lo sport da decenni più in voga nei Comuni è fare scempio dei terreni agricoli per tirare su orribili e inutili palazzine, era il minimo che potesse capitare. (Il Sindaco di Lauriano) è attualmente sotto processo per abuso d’ufficio perché ha osato fare esattamente il contrario…”.

Con queste parole, Sergio Rizzo – giornalista del Corriere della Sera – portava all’attenzione pubblica la vicenda che sembrerebbe possibile solo nel mondo all’incosì, cioè al contrario. Invece, è proprio ciò che accaduto a Matilde Casa che, in qualità di Sindaco di Lauriano, ha preso una decisione difficile a vantaggio della collettività e delle generazioni future. Sabato 17 marzo 2018, alle ore 16, al Castello di Cisterna, la protagonista ne parlato presentando il libro, scritto con il prof. Paolo Pileri, che racconta questa esperienza “Il suolo sopra tutto” (Altraeconomia). Luca Anibaldi ha dialogato con l’autrice. L’iniziativa è stata organizzata dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di S. Damiano d’Asti, il Comune e il Museo di Cisterna d’Asti, la Fra production Spa e l’Aimc di Asti.

Questo libro è molto denso e racchiude in poche pagine cosa vuol dire in sostanza difendere il suolo. Infatti, more…

Sabato,3 Novembre 2012 | Scritto da: didattica

SCARICA IL VOLANTINO: 9nov12bacial

“IL BACIALE’ ”

5^ INCONTRO DEL POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE PER L’A.S. ‘12/’13

Scarica la registrazione dell’incontro alla pagina: http://www.scuolealmuseo.it/registrazioni_download.html

“Dedicato alle persone qualunque, che vivono una vita qualunque, in un posto qualunque. La loro esistenza non è inutile perché fanno da contrappeso al mondo e spesso lo mantengono in equilibrio”.

Parole semplici, specialmente in un mondo dove sembra indispensabile compiere gesti stravaganti o estremi per dimostrare di esistere davvero. Parole cariche di affetto che aprono alla lettura di un libro nel quale i personaggi riescono a prendere vita, in un modo così autentico e sorprendente, da uscire dalle pagine ed interloquire con il lettore. Allora, mentre questi uomini e quelle donne si affacciano in mezzo ai filari di parole, si riconoscono volti, odori… si sentono le loro voci mentre vanno nella vigna o ballano nell’aia.

“Il Bacialè” di Fermo Tralevigne (alias Franco Testore) racchiude come in uno scrigno questo piccolo mondo che potrebbe sembrare more…

Sabato,28 Febbraio 2009 | Scritto da: didattica

ORDINE DEI CAVALIERI  DI SAN MICHELE DEL ROERO

 

 

 

Canale, 28 febbraio 2009

 

Gent.mi

Dirigente scolastico e Insegnanti

Scuola dll’infanzia

                                                                                              Scuola Elementare Statale

                                                                                              Cisterna

Oggetto : Progetto “ROERO  PULITO”

 

La presente ha lo scopo di aggiornarvi circa l’andamento del Progetto ed i prossimi impegni:

 

Il logo

Hanno partecipato al concorso:

 

-         le Scuole dell’Infanzia di Castagnito, Govone, Magliano Alfieri, Priocca;

-         le Scuole Primarie di Canale, Castagnito, Castellinaldo, Govone, Magliano, Monteu Roero, Priocca, Vezza d’Alba;

-         le Scuole Secondarie di 1° Grado di Canale, Govone, Priocca, Vezza d’Alba.

 

A ciascun concorrente un cordialissimo grazie per la partecipazione.

Tutti i lavori pervenuti si sono rivelati talmente interessanti, curati, significativi, da rendere ardua  la scelta da parte della giuria che ha espresso un vivo apprezzamento per tutte le proposte ed ha scelto per il logo quella dell’alunna ELENA GALLIZIO della classe 3^ B, Scuola Secondaria di 1° Grado di GOVONE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

con la seguente motivazione:

«Un cuore porta dentro di sé il territorio Roero comunicando, a colpo d’occhio, l’affetto per questa nostra bella Terra. La rappresentazione stilizzata, dalle campiture di colore equilibrate e luminose, esprime di per sé il concetto di serenità e di “pulizia”. Ottimo come logo, in quanto trasmette i concetti base del Progetto in un’abile sintesi, priva di prolissità retoriche e di superflui dettagli».

 

Il logo prescelto, come precedentemente annunciato, verrà stampato sulle magliette da distribuire durante

la Festa finale nel Parco Forestale del Roero

Giovedì 11 giugno (termine delle lezioni)

dalle ore 9,00 alle ore 11,30

Vi sono invitate tutte e soltanto le scolaresche che hanno partecipato attivamente al progetto.

 

 

Quella grande kermesse vedrà tutti i partecipanti coinvolti in animazioni, sorprese, giochi a tema, visite guidate nel parco, ecc.

 

In base ad accordi presi con la Presidenza della Comunità Collinare del Roero, il servizio trasporto per la giornata verrà fornito dai rispettivi Comuni previa richiesta da parte delle scuole o Istituti interessati.

 

Essendo necessario provvedere tempestivamente alla stampa del logo su diverse migliaia di T-shirts di taglie diverse, adeguate alle età degli alunni, si pregano le scuole di voler inviare entro il 15 marzo 2009 alla Segreteria del Progetto (Prof.ssa Maria Angela Delrivo, Istituto Comprensivo di Canale, Viale del Pesco, 5, 12043 Canale, Tel.: 0173 979115, Cell.: 333 3923568):

-         il numero di alunni partecipanti per ogni scuola e la classe frequentata;

-         una succinta relazione (non oltre una pagina) sulle attività svolte, o in corso di svolgimento o in programma, con specifico riferimento alla

 

Giornata Ecologica comune

Mercoledì 22 aprile 2009

 

nella quale, come proposto fin dal mese di ottobre, tutte le scuole del Roero aderenti al progetto svolgeranno un’attività utile a sensibilizzare la popolazione e a diffondere tra coetanei ed adulti le conoscenze e competenze acquisite, anche in collaborazione con i rispettivi Comuni, Protezione Civile, A.I.B., Musei, Associazioni ambientali o di promozione del territorio…

 

Ciascuna scuola, in base alla propria programmazione, potrà scegliere il tipo di attività. Ad esempio: pulizia di un sito, “adozione” di un sito nei pressi della scuola e impegno a conservarlo pulito, apertura al pubblico della mostra dei lavori effettuati, realizzazione di uno spettacolo in tema, incontro con i gestori dello smaltimento rifiuti per informare e sensibilizzare sulla raccolta differenziata, ecc.

 

Sarà possibile pubblicizzare le iniziative delle varie scuole e confrontare le diverse modalità di gestione della giornata ecologica comune  attraverso il sito della Rete museale inviando i materiali alla segreteria di questo progetto .

 

Essendo a conoscenza del grande fermento di attività in corso nelle varie scuole, esprimiamo con simpatia a tutti i Docenti ed Alunni il più vivo apprezzamento ed un cordiale arrivederci.

 

 

    Il presidente della Commissione Cultura                                          

                   Dante Faccenda