Articoli di» Gennaio, 2021 «

Lunedì,25 Gennaio 2021 | Scritto da: didattica

VIDEO DELL’INCONTRO:

VIDEO DEI LAVORI DEI RAGAZZI:

Giovedi’ 21 gennaio alle ore 17,30 il formatore Giuseppe Masengo del Centro Steadycam di Alba ha tenuto in videoconferenza il secondo incontro del corso Abitare il Digitale, destinato ai docenti e ai genitori dell’Istituto Comprensivo di San Damiano, inserito all’interno del “Progetto didattico Blu (Blended Learning Union)” relativo all’Emergenza Covid19, del quale l’Istituto Monti di Asti è capofila.

Durante la videoconferenza il relatore ha spiegato come si sono svolti gli inconti con le classi terze: uno in dad e l’altro, more…

Lunedì,25 Gennaio 2021 | Scritto da: didattica

LINK AL MODULO DI ISCRIZIONE


Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è avolantino22febbr2021_la_colpa_colombo_fasano.jpg

Lunedì,25 Gennaio 2021 | Scritto da: didattica

RENDICONTO. LA SINISTRA ITALIANA DAL PCI AD OGGI”

NE HANNO DISCUSSO CLAUDIO PETRUCCIOLI E MARIO RENOSIO

La storia dei partiti politici italiani è ricca e complessa. Una delle più interessanti è quella del Partito Comunista italiano. Claudio Petruccioli nel suo Rendiconto. la sinistra italiana dal Pci a oggi” (La nave di Teseo) ha narrato queste vicende che hanno ancora molto da raccontare perchè restituiscono anche la storia del nostro Paese. L’autore ne ha discusso con il dott. Mario Renosio (Israt) sabato 20 febbraio 2021. La videoconferenza è stata organizzata da Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di San Damiano d’ Asti, Museo Arti e Mestieri di un Tempo, Israt e Casa della Memoria della Resistenza e della Deportazione di Vinchio, Associazione “Franco Casetta” con Fra production spa, libreria“Il Pellicano” e Aimc di Asti. Come ha detto Mario Renosio, Claudio Petruccioli ha rivestito diversi ruoli: è stato uno dei più importanti dirigenti del Partito Comunista e, more…

Domenica,24 Gennaio 2021 | Scritto da: didattica

IL CIELO SERENO E L’ OMBRA DELLA SHOAH.

OTTO STEREOTIPI SULLA PERSECUZIONE ANTIEBRAICA NELL’ITALIA FASCISTA”

NE HANNO DISCUSSO IN VIDEOCONFERENZA NICOLETTA FASANO E MICHELE SARFATTI

PER IL POLO CITTATTIVA

Shoah e antisemitismo sono argomenti da approfondire durante tutto l’anno ed è per questo che il prof. Michele Sarfatti ha discusso, con la dott.ssa Nicoletta Fasano (Israt), del suo ultimo libro “Il cielo sereno e l’ ombra della Shoah. Otto stereotipi sulla persecuzione antiebraica nell’Italia fascista” (Ed. Viella). La videoconferenza – che si è tenuta martedì 9 febbraio 2021 - è stata organizzata da Polo Cittattiva per l’ Astigiano e l’Albese – I.C. di San Damiano d’ Asti, Museo Arti e Mestieri di un Tempo, Israt e Casa della Memoria della Resistenza e della Deportazione di Vinchio, Associazione “Franco Casetta” con Fra production spa, libreria “Il Pellicano” e Aimc di Asti.

Come ha detto la dott.ssa Fasano in apertura, Michele Sarfatti è uno dei più attenti storici della storia ebraica in ambito more…

Domenica,24 Gennaio 2021 | Scritto da: didattica


I TRENI DELL’ACCOGLIENZA.

INFANZIA, POVERTÀ E SOLIDARIETÀ NELL’ITALIA DEL DOPOGUERRA 1945-1948″

https://www.raiplayradio.it/audio/2019/12/IL-PESCATORE-DI-PERLE-939fe961-689a-4d3f-8852-967cf302c411.html

Molti sono gli aspetti, anche quelli della storia recente, che abbiamo dimenticato. Di uno di questi ha parlato il prof. Bruno Maida nel suo ultimo libro “I treni dell’accoglienza. Infanzia, povertà e solidarietà nell’italia del dopoguerra 1945-1948″ (Einaudi). Sabato 6 febbraio 2021 ne ha discusso con Mario Renosio. La videoconferenza è stata organizzata dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’ Albese – I.C. di San Damiano e more…

Giovedì,7 Gennaio 2021 | Scritto da: didattica


DELLA GENTILEZZA E DEL CORAGGIO. BREVIARIO DI POLITICA E ALTRE COSE”.

GIANRICO CAROFIGLIO, MARCO NEIROTTI E L’ARTE DEL CONFRONTO

Un altro incontro di qualità quello che hanno regalato sabato 30 gennaio 2021 Gianrico Carofiglio e Marco Neirotti per la presentazione del libro ”Della gentilezza e del coraggio. Breviario di politica e altre cose” (Feltrinelli). La videoconferenza è stata organizzata dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’ Albese – I.C. di San Damiano e Museo Arti e Mestieri di un Tempo con Fra production Spa, Israt, Associazione “Franco Casetta”, Libreria “Il Pellicano” e Aimc di Asti. Marco Neirotti, giornalista di razza, è stato il primo a recensire I libri di Gianrico Carofiglio. “Viviamo in un tempo che ruota più intorno alle risse che non alla discussione. Il libro, invece, entra nel dibattito politico svelando le storture della comunicazione. Infatti, spesso, ne siamo spettatori ma non ne capiamo il senso e ne usciamo sconcertati, confusi e indignati. Successivamente, riprendiamo la discussione con elementi falsati che non corrispondono alla realtà. Il libro ci apre lo sguardo per essere migliori sia come ascoltatori che come dialoganti perchè la chiarezza è la chiave della democrazia. La gentilezza di cui si parla non è remissività ma è uno strumento che permette un confronto produttivo” ha detto in apertura Neirotti.

Da tempo volevo fare una riflessione su meriti e limiti del dibattito politico ma partendo dalla sua inutilità a produrre conoscenza e more…

Giovedì,7 Gennaio 2021 | Scritto da: didattica


”NEL BUCO NERO DI AUSCHWITZ”
GIOVANNI TESIO E NICOLETTA FASANO HANNO DISCUSSO DELLA NARRATIVA DOPO AUSCHWITZ

Un gradito ritorno quello del prof. Giovanni Tesio che mercoledì 27 gennaio 2021 ha discusso del suo ultimo libro “Nel buco nero di Auschwitz” (Interlinea) con Nicoletta Fasano dell’ Israt. La videoconferenza è stata organizzata dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’ Albese – I.C. di San Damiano e Museo Arti e Mestieri di un Tempo con Fra production Spa, Israt, Associazione “Franco Casetta”, Libreria “Il Pellicano” e Aimc di Asti. “Dopo Auschwitz è parso che le parole avessero un limite per raccontare. In realtà, tutta la more…

Giovedì,7 Gennaio 2021 | Scritto da: didattica

PENSIERO TRAGICO E PENSIERO FILOSOFICO. UN’ANTICA SFIDA”

NUOVA VIDEOSOFIA CON IL PROF. ALBERTO BANAUDI

Gliincontri di gennaio hanno visto la preziosa collaborazione del prof. Alberto Banaudi che è stato protagonista di una nuova videosofia dal titolo “Pensiero tragico e pensiero filosofico. Un’antica sfida” che si è tenuta sabato 23 gennaio 2021. L’iniziativa è stata organizzata da Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’ Albese – I.C. di San Damiano e Museo Arti e Mestieri di un Tempo con Fra production Spa, Israt, Associazione “Franco Casetta”, Libreria “Il Pellicano” e Aimc di Asti. Quale ruolo ha la fortuna nella nostra vita? Può determinare successi e insuccessi. Il discrimine tra sapere tragico e sapere filosofico sta proprio in questo. Il primo è quello di chi, attraverso il dolore, è arrivato alla conoscenza che ci dimostra che siamo più fragili di quanto vorremmo ammettere. Secondo questa prospettiva, siamo creature fragili nelle mani di qualcun altro.

La sapienza filosofica, invece, è un’alternativa perchè ammette il libero arbitrio: il destino è nelle nostre mani perchè more…

Giovedì,7 Gennaio 2021 | Scritto da: didattica

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è federicaangeli.jpeg

ROMA: 2000 ANNI DI CORRUZIONE. DALL’IMPERO ROMANO A MAFIA CAPITALE”

FEDERICA ANGELI E MARCO GIACOSA PER IL POLO CITTATTIVA

Sabato 16 gennaio 2021 nuovo incontro per parlare di corruzione grazie alla presentazione del libro “Roma: 2000 anni di corruzione. Dall’ Impero romano a Mafia capitale”(Baldini + Castoldi) di Federica Angeli che ne ha discusso con il giornalista Marco Giacosa. L’incontro, inserito all’ interno del percorso “Vecchie e nuove r-esistenze: Riconnessioni 8” è stato organizzato da Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’albese – I.C. di San Damiano con Museo Arti e Mestieri di un Tempo, Fra Production Spa, Associazione “F. Casetta”, Libreria “Il Pellicano” e Aimc di Asti. “Scrittrice, giornalista e molto di più…” con queste parole Marco Giacosa ha introdotto l’autrice che vive ad Ostia luogo dal quale, nel 2013, parte la sua indagine giornalistica sui clan del territorio. È proprio la Angeli la prima a definire Mafia romana questo tipo di criminalità. Un approcio nuovo a un fenomeno che, per i più, era riferito solo al sud Italia. Questa scelta, però, è fatta un consapevole riferimento all’art. 416 del Codice penale che esplicita cos’è la mafia. Un’organizzazione criminale diventa mafiosa quando vanta collaborazioni burocratiche, politiche, amministrative e da parte di more…